Come Sgrassare il Forno con Rimedi Naturali

da Replais | Categoria : News
star
star
star
star
star

come sgrassare il forno

Pulire il forno può essere un’attività faticosa e noiosa ma tuttavia necessaria. Per questo è indispensabile utilizzare i prodotti giusti sia per far funzionare al meglio l’elettrodomestico che per tutelare la propria salute.

La pulizia del forno è una di quelle “faccende” domestiche che solitamente tendiamo sempre a rimandare, vuoi perché le incrostazioni al suo interno sono difficili da eliminare, vuoi perché si è spesso indecisi sui prodotti da utilizzare.
Eppure il forno è uno degli elettrodomestici maggiormente soggetto alla formazione di sporco, macchie e cattivi odori, per questo è indispensabile pulirlo periodicamente, così da assicurarsi che continui a funzionare sempre al meglio. 

Ogni volta che siamo alle prese con sporco ostinato e macchie all’interno del forno non siamo mai sicuri su quale sia il prodotto più efficace da utilizzare, visto che i detersivi tradizionali contengono delle sostanze tossiche che possono rivelarsi pericolose per la salute non garantendo, inoltre, una perfetta igienizzazione dell’elettrodomestico.  

Per pulire e sgrassare il forno correttamente è innanzitutto necessario capire qual è il modello che abbiamo nella nostra cucina. Infatti, i forni autopulenti o con pannelli autopulenti, necessitano di una pulizia manuale meno intensa visto che le macchie più resistenti sono eliminate direttamente attivando i sistemi di pulizia automatica di cui sono equipaggiati i forni di ultima generazione. Diverso, invece, il caso dei forni tradizionali che devono essere sgrassati e igienizzati a fondo, utilizzando preferibilmente dei prodotti naturali capaci non solo di assicurare una corretta pulizia, ma anche di evitare possibili contaminazioni dei cibi.  

I rimedi naturali per sgrassare il forno sono moltissimi ma, prima di vedere quali prodotti utilizzare e prima di iniziare la pulizia, assicuratevi che il forno sia completamente freddo ed estraete le griglie interne che metterete in ammollo in una soluzione di acqua e detersivo per piatti. 

Sgrassare il forno con i prodotti naturali 

I prodotti naturali sono dei grandi alleati in cucina e anche per la pulizia del forno il loro impiego si rivela particolarmente utile sia per eliminare le macchie superficiali, sia per liberarsi delle incrostazioni più resistenti. 

Come detto, esistono diverse soluzioni a base di prodotti naturali che è possibile utilizzare per la pulizia interna del forno, ottenendo risultati estremamente soddisfacenti in minor tempo. 

Un primo rimedio efficace contro sporco e macchie di grasso è una miscela a base di bicarbonato, sale e acqua: sciogliete una tazza di sale e una di bicarbonato in acqua mescolando sino a formare una pasta che poi spalmerete sulle incrostazioni lasciando agire il prodotto per circa un’ora; trascorso il tempo richiesto rimuovete i residui con una spugnetta e risciacquate il forno con acqua pulita.
Se questa soluzione si rivela particolarmente utile contro le macchie difficili, per eliminare non solo i residui di unto ma anche i cattivi odori allora meglio optare per il limone, con cui riuscirete ad igienizzare in profondità il forno, grazie alle sue proprietà antibatteriche, ma anche a rimuovere i cattivi odori; non dovete fare altro che prendere un limone, tagliarlo in due parti e pulire l’interno del forno utilizzandolo come una sorta di spugnetta. 

In alternativa potete anche spremere il succo di tre limoni in una teglia con dell’acqua che poi andrete a infornare ad una temperatura di 250° per circa 30 minuti. Una volta spento il forno, lasciate la teglia al suo interno per un’altra mezz’ora, accertatevi che sia completamente freddo, e procedete alla pulizia delle pareti con un panno umido imbevuto nella miscela precedentemente preparata a base di bicarbonato, sale e acqua.
Il succo di limone, al pari dell’aceto, riesce a cancellare i cattivi odori ed essendo molto acido è in grado di sciogliere anche le incrostazioni più resistenti. 

Come detto, anche l’aceto è indicato per pulire un forno incrostato quindi, se non avete limoni in casa, potete utilizzare dell’aceto di vino, sia in combinazione con il sale che con l’acqua. Preparate la miscela aceto + sale mescolando una tazza di aceto con mezza di sale, poi vaporizzate il contenuto ottenuto all’interno del forno lasciando agire per circa 30 minuti. La soluzione aceto + acqua, invece, si ottiene portando a ebollizione due tazze di acqua e due di aceto di vino; il composto va poi messo in forno e lasciato agire per poi passare al risciacquo delle parti interne con un panno imbevuto in una soluzione di acqua e aceto o acqua e bicarbonato. 

Altri consigli per pulire il forno senza detersivi

Le soluzioni appena descritte si rivelano molto efficaci per la pulizia del forno. Tuttavia, se si devono eliminare delle incrostazioni estremamente resistenti è possibile utilizzare altri rimedi “fai da te”.

Nei casi più difficili, ovvero quando si deve “combattere” contro macchie di bruciato, si può utilizzare la Coca Cola che, oltre al gran quantitativo di zucchero e caffeina, contiene acido fosforico in una concentrazione di 325 mg/l che le conferisce un valore di ph di circa 2,4, compreso tra quello dell’acido gastrico (ph 1,5) e quello dell’aceto (ph 3,0). Proprio grazie all’acido fosforico, riesce a sciogliere anche le incrostazioni più ostinate che in genere si formano sulle leccarde, le teglie in dotazione del forno. 

Molto efficace per sgrassare il forno è anche il sale grosso: scioglietene 250 grammi in mezzo litro d’acqua calda e spalmate il composto ottenuto sulle superfici del forno, lasciate agire per 30 minuti e poi risciacquate con un panno umido. 

Infine, se il vostro forno è davvero sporchissimo, allora potete realizzare un composto mescolando 10 cucchiai di bicarbonato e 3 cucchiai di acido citrico; applicatelo sulle pareti e il piano interno del forno, lasciate in posa per circa 10 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida. 

In ultimo va precisato che se volete utilizzare dei detersivi specifici al posto dei rimedi naturali, allora è sempre meglio preferire quelli biologici e biodegradabili, poiché meno aggressivi e tossici sia per la nostra salute che per l’ambiente. 

Funzione EasyClean® e Autopulizia Pirolitica: la rivoluzione dei forni NEFF

Infine, esistono alcuni forni supertecnologici attrezzati con i più innovativi programmi di autopulizia. Fra questi troviamo sicuramente i forni NEFF che, grazie alla funzione EasyClean® e all’Autopulizia Pirolitica eliminano tutti i residui di sporco e di cibo, anche i più ostinati, garantendo un sicuro  risparmio di tempo e fatica! 

Con il sistema di autopulizia pirolitica, i forni NEFF raggiungono una temperatura di 485 gradi C° che incenerisce tutti i residui di sporco all’interno del forno; al termine del programma basterà solo rimuovere la cenere depositata sul fondo. Mentre, se si usa la funzione EasyClean®, occorre aggiungere sul fondo del forno un bicchiere d’acqua con un po’ di detergente per piatti prima dell’avvio. 

A processo concluso e a forno completamente freddo, tutti i residui saranno inevitabilmente più morbidi e facili da rimuovere. Il tuo elettrodomestico sarà quindi pronto per essere utilizzato nuovamente per realizzare il prossimo gustosissimo piatto!  

Se vuoi scoprire di più in merito alla gamma dei forni NEFF, contatta lo staff di Replais, saremo felici di consigliarti l’elettrodomestico più adatto per le tue esigenze!

Effettua il login per valutare questo articolo

Prodotti correlati

Condividi

Resta aggiornato sugli esclusivi prodotti Replais,
iscriviti alla nostra newsletter!

VAI

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 6, 7, 12, 13 del Regolamento UE 2016/679 – GDPR

Dichiaro di aver preso visione dell' informativa per il trattamento dei dati personali ex GDPR Regolamento Europeo 2016/679
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per finalità di marketing
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali da parte di società terze

* Campi obbligatori